Free Download ↠ Lo spazio bianco Kindle Ebook By ☆ Valeria Parrella Ó – freeboooks.com

Lo spazio bianco 8vo pp 112 ril tela, sovrac cloth, DJ Free Read [ Lo spazio bianco ] By [ Valeria Parrella ] For Kindle ePUB or eBook – freeboooks.com

Free Download ↠ Lo spazio bianco  Kindle Ebook By ☆ Valeria Parrella Ó – freeboooks.com
  • Hardcover
  • 120 pages
  • Lo spazio bianco
  • Valeria Parrella
  • Italian
  • 06 January 2018
  • 8806190962

You May Also Like

About the Author: Valeria Parrella

Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Lo spazio bianco book, this is one of the most wanted Valeria Parrella author readers around the world.

10 thoughts on “Lo spazio bianco

  1. says:

    VIVERE LA GIORNATA E SPERARE NEL FUTUROC un inizio Maria rimane incinta a quarantadue anni.E, non importa chi sia il padre, tanto sparisce appena apprende la notizia, e molto prima che noi se ne faccia la conoscenza.C un percorso da compiere, scrittrice e lettore Maria partorisce al sesto mese, nasce una bambina, la chiama Irene ma essere venuta al mondo prematura un problema, Irene deve restare in terapia intensiva Vivr , morir , e se vivr , sar come tutti gli altri Da subito, Mari VIVERE LA GIORNATA E SPERARE NEL FUTUROC un inizio Maria rimane incinta a quarantadue anni.E, non importa chi sia il padre, tanto sparisce appena apprende la notizia, e molto prima che noi se ne faccia la conoscenza.C un percorso da compiere, scrittrice e lettore Maria partorisce al sesto mese, nasce una bambina, la chiama Irene ma essere venuta al mondo prematura un problema, Irene deve restare in terapia intensiva Vivr , morir , e se vivr , sar come tutti gli altri Da subit...

  2. says:

    Ho conosciuto Valeria Parrella per caso, ero andata ad assistere a un incontro con Diego De Silva e lei era l Questo un anno fa Ho letto il suo libro solo ora perch mi sembrava migliore come oratrice che non come scrittrice Ho sbagliato, avrei dovuto leggerlo prima perch mi piaciuto tantissimo Non ho nulla in comune con la protagonista, ho 20 anni di meno, vivo nel Nord Italia, non sono incinta, un mondo a parte, ma ha saputo coinvolgermi moltissimo La Parrella scrive bene, alterna sap Ho conosciuto Valeria Parrella per caso, ero andata ad assistere a un incontro con Diego De Silva e lei era l Questo un anno fa Ho letto il suo libro solo ora perch ...

  3. says:

    Io non so aspettare e non voglio farlo, nell attesa i mostri prendono forma e si ingigantiscono, mangiano le ore per crescere e mangiarmi Non sento curiosti nel dubbio, n fascino nella speranza E invece Maria deve aspettare Deve aspettare che sua figlia Irene, nata prematura e confinata nell incubatrice, nasca davvero o muoia.E in quell attesa, lo spazio bianco, cerca di continuare a vivere a volte riuscendoci a volte no, ostile ai medici che non parlano chiaro, al padre di Irene che s Io non so aspettare e non voglio farlo, nell attesa i mostri prendono forma e si ingigantiscono, mangiano le ore per crescere e mangiarmi Non sento curiosti nel dubbio, n fascino nella speranza E invece Maria deve aspettare Deve aspettare che sua figlia Irene, nata prematura e confinata nell incubatrice, nasca davvero o muoia.E in quell attesa, lo spazio bianco, cerca di continuare a vivere a volte riuscendoci a volte no, ostile ai medici che non parlano chiaro, al padre di Irene ...

  4. says:

    Un attesa tutta femminile di una quasi madre che attende la quasi figlia..in uno spazio che non ancora morte, ma nemmeno si pu definire vita, per entrambe Cinquanta lunghi giorni, raccontati in, non pi di, cento pagine, in cui una primipara attempata di 40 anni, molto consapevole della sua imperfezione, d alla luce una creatura, femmina pure lei Il suo nome Irene ed nata, almeno temporaneamente, imperfetta come lo stato d animo della madre, fino a che non si completer in un incub Un attesa tutta femminile di una quasi madre che attende la quasi figlia..in uno spazio che non ancora morte, ma nemmeno si pu definire vita, per entrambe Cinquanta lunghi giorni, raccontati in, non pi di, cento pagine, in cui una primipara attempata di 40 anni, molto consapevole della sua imperfezione, d alla luce una creatura, femmina pure lei Il suo nome Irene ed nata, almeno temporaneamente, imperfetta come lo stato d animo della madre, fino a che non si completer in un incubatrice Per quanto LEI LO SA la frase pi ricorrente del libro Lo spazio, in questo caso, un concetto molto vicino a quello del tempo.Un tempo fermo, asettico, come il reparto di ospedale in cui Maria, la protagonista, si trover catapultata, ma anche il tempo di una citt viva, contradditoria, e infame come Napoli Pure la citt viene immaginata da Maria ad aspettare in ogni ora d ospedale In realt , l fuori tutto scorre, inarrestabile come prima, incurante della sua momentanea o duratura assenza Lei, di...

  5. says:

    Angoscia questa la sensazione che mi ha accompagnata per quasi tutta la lettura di questo breve ma intensissimo libro Maria partorisce Irene al sesto mese di gravidanza, forse vivr , forse no I medici non si pronunciano In questi tre mesi vivr in un tempo dilatato e fermo , scandito dalle visite in ospedale, dalle pause per fumare una sigaretta, dai viaggi andata e ritorno da casa sua E dai ricordi Quelli della sua infanzia e adolescenza una madre che nel tempo si annulla come donna e Angoscia q...

  6. says:

    Un buon libro Una trama scorrevole, molto breve e un p povero bei particolari soprattutto quelli che riguardano laDescrizione dei sentimenti che si provano in un momento molto drammatico 112 pagine, da leggere in una giornata

  7. says:

    bello

  8. says:

    Densissimo e luminoso Mi ha toccato una quantit di corde allarmante Forse dovrei telefonare alla Parrella.

  9. says:

    Magari gli alunni scarrafoni di Io speriamo che me la cavo sono gli stessi che, una volta adulti, siedono nei banchi dell aula di Maria, la sera, per prendere una terza media tra gli stranieri che spesso e volentieri nel loro Paese sono gi arrivati alla laurea.E bello, questo racconto della Perrella, commovente come lo possono essere le storie che parlano di mamme e figli in situazioni delicate, di a che si impara poco alla volta, nel dubbi...

  10. says:

    The fact is my daughter Irene was dying, or being born, I didn t really understand which for forty days it was like saying the same thing.Maria, a teacher in a Neapolitan night school, has given birth to a daughter three months early, and now must try to get on with her life as she waits to see if the child will be able to breathe on its own and leave the hospital Isolated from her regular family and friends, she slowly comes to form new bonds with her immigrant students, a young doctor, and th The fact is my daughter Irene was dying, or being born, I didn t really understand which for forty days it was like saying the sam...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *